Torna alla
Home Page

Stemma

Comune
Villa Carcina

[Immagini e Itinerari]
[Itinerari]
[I sentieri]
[La pista ciclabile]
[Mountain Bike]
[Galleria fotografica]
[Immagini Storiche]
Mountain Bike

Sito Ufficiale del Comune di Villa Carcina - Via XX Settembre 2 - Villa Carcina (BS)
CF: 00351640172 - P.IVA: 00556800985 - Tel. 030 8984.301 Fax 030 8984.306

Di seguito vengono descritti due itinerari per mountain bike tratti dal portale della Valtrompia

 


La Sella dell’Oca

Lunghezza: 16chilometri
Dislivello: 580 metri
Grado di difficoltà: medio

Si parte dalla chiesa di San Vigilio di Concesio e si inizia a pedalare in direzione nord lungo via Cottinelli. Proseguendo senza mai deviare dalla strada principale si raggiunge e si supera Cailina fino ad arrivare nei pressi del cimitero di Villa, svoltando a sinistra in via Lazio. Si costeggia il campo sportivo e si prosegue dritti oltre questo fino a raggiungere le indicazioni sentieristiche del CAI di Villa Carcina, seguendo a sinistra la strada che conduce verso la Sella dell’Oca. Si guadagna quota percorrendo abbastanza faticosamente la salita che presenta qualche ripido strappo, in gran parte ombreggiata e inizialmente panoramica sulla Valle Trompia. Continuando nella direzione indicata dai segnali bianco-rossi del percorso escursionistico n°301 si raggiunge la fine della strada, e si prosegue su sentiero quasi interamente ciclabile fino ad arrivare alla Sella dell’Oca (segnale in legno). Si svolta a sinistra in discesa sulla strada sterrata, rimanendo a sinistra al primo bivio fino a raggiungere la bella cascina di Quarone di sopra. Appena superata questa si prosegue al bivio di destra, abbandonando per un tratto i segnali bianco-azzurri del sentiero Tre Valli Bresciane che si ritroveranno più avanti; dopo aver oltrepassato una bella zona aperta con prati si raggiunge un bivio con al centro un castagno: qui si svolta a sinistra su sentiero passando alla destra di una piccola pozza d’acqua. La discesa che segue va affrontata con prudenza poiché si svolge su roccette; al termine di questa si incrocia una strada sterrata sulla quale si svolta a destra in discesa. Dopo circa un chilometro e mezzo ci s’ immette sul tornante di una strada asfaltata, dove si prosegue a destra continuando a scendere e ritrovando i segnali del sentiero 3 V. Seguendo questi si devia nel bosco per un breve tratto fino ad immettersi sulla strada che conduce al santuario della Stella, la si percorre in salita per trecento metri svoltando a sinistra, quindi si prosegue in discesa entrando in San Vigilio, fino a raggiungere senza ulteriori deviazioni il punto di partenza.

Fonte: http://www.valletrompia.it/or4/or?uid=esy.main.index&oid=23872

 


Da Pregno al monte Palosso

Punto di partenza: Pregno di Villa Carcina, ponte sul Mella
Lunghezza: 24 chilometri
Dislivello: 830 metri
Grado di difficoltà: difficile

Dal ponte sul Mella di Pregno di Villa Carcina si percorre la strada statale fino a Sarezzo e da qui, risalendo la valle del Gobbia, si pedala fino alla frazione Valle di Lumezzane. Circa cento metri prima del tornante a sinistra della provinciale si svolta a destra su via Mainone verso Faidana. Al termine di via Mainone si svolta a destra su via Faidana verso le Poffe e appena superato il ponte sul torrente Gobbia, si svolta a destra su via Ruca. Poco oltre il bivio la strada si avvicina al torrente Faidana e risale l’omonima valle con pendenze abbastanza sostenute, fino a raggiungere la località Cocca. Si continua a pedalare sulla strada asfaltata, si supera il bivio per Sant’Onofrio e si raggiungono le Poffe. Si prosegue in discesa su asfalto, seguendo le indicazioni del sentiero n°371 per il Monte Palosso, per circa settecento metri fino ad un bivio, dove si svolta a sinistra su cemento e si prosegue subito dopo su sterrato. Cemento e sterrato si alternano nel tratto successivo che offre panorami su Lumezzane; un’altra indicazione in legno per il sentiero n°371 ci farà deviare a destra, e si continua a seguire i segni biancorossi anche ai bivi seguenti. Si raggiunge una casa presso la quale la strada non è più carrozzabile e si continua a pedalare su sentiero, ripido e faticoso nel primo tratto, che supera una postazione di caccia (più avanti se ne incontreranno altre). Oltre questo tratto di salita la pendenza si attenua nell’attraversamento del bosco, quindi si impenna nuovamente nel tratto che precede la cima del monte Palosso. Dalla fontanina posta appena sotto la cima il panorama è vasto e merita una sosta. Si prosegue seguendo le indicazioni per il sentiero n°376 che ci farà da guida nel tratto successivo, percorrendo una discesa tecnica, ma mai troppo difficile e di grande soddisfazione. Si raggiunge la località Carpen e si prosegue a destra verso Zignone; si passa accanto ad alcuni bellissimi faggi proseguendo sul crinale che separa la valle del Gobbia da quella del torrente Pregno.
Dopo circa tre chilometri e mezzo dalla vetta del Monte Palosso la sezione del sentiero si allarga, si raggiunge la località Zignone passando su strada sterrata e poi continuando su una ripida discesa dal fondo cementato. Nei pressi di Pregno si ritrova l’asfalto, e si percorre in direzione sud la strada di fondovalle fino a tornare al punto di partenza.

Fonte: http://www.valletrompia.it/or4/or?uid=esy.main.index&oid=23832