Sito Ufficiale del Comune di Villa Carcina

Sito Ufficiale del Comune di Villa Carcina - Via XX Settembre nr. 2 - Villa Carcina (BS) CF: 00351640172 - P.IVA: 00556800985
Tel. 030 8984.301 Fax 030 8984.306 Email certificata (PEC): comunevillacarcina@legal.intred.it
Voi siete qui: Home
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size

 

 Una necropoli altomedievale a Villa Carcina


Dal Notiziario della soprintendenza acheologica della Lombardia - anno 1986:


"In febbraio, nell'ambito dei lavori di ampliamento della Scuola Media Statale' 'T. Olivelli", sono state rinvenute dieci sepolture ad inumazione, databili in età alto medievale. Tale nuovo nucleo è pertinente alla necropoli sita
poco più a NW, scavata parzialmente nel 1980 e datata al VII sec. d.C. (Notiziario 1981, pp. 142-143).
Le tombe, tutte orientate W-E, sono a cassa antropoide con muretti in lastre litiche composte a secco. Il fondo era per lo più in terra battuta, con presenza o meno di rari ciottoli, o in mattoni e lastrine (T. VI) o in lastre di medolo ben connesse (Tt.. IV e VII).
La tipologia delle strutture e della deposizione corrisponde a quella documentata per le tombe scavate nel 1980 e per le sepolture dell'altra necropoli altomedievale trumplina di Sarezzo (Notiziario 1983, pp. 103-104).
L'inumazione si distingue tuttavia da quelle della prima necropoli di Villa Carcina e si assimila a quelle della necropoli di Sarezzo per la posizione del cranio a W.
In alcuni casi sono state riscontrate deposizioni doppie (Tt. III e V) ma in linea di massima la deposizione era singola, con inumato supino, cranio a W, arti superiori e inferiori distesi. Lo scheletro era spesso fortemente consunto, in gran parte frantumato dal peso del terreno fluitato nella tomba e dal cedimento dei lastroni di copertura, tanto da rendere impossibili alcune fra le principali misurazioni antropometriche.
Solo in due casi (Tt. V e VII) è stato rinvenuto il corredo funerario: per la tomba V due anellini in bronzo; per la VII un frammento di pettine in osso, con chiodino in bronzo.
Una particolarità interessante era costituita dalla presenza in due tombe (VII e IX) di tracce cospicue di lembi di tessuto.

Andrea Breda, Filli Rossi


 Rassegna Stampa:

 

1981 - dal Bresciaoggi del 14 gennaio 1981

 

1986 - dal Bresciaoggi del 31 gennaio 1986

1986 - dal Bresciaoggi del 6 febbraio 1986

1986 - Anno di scoperte a Villa Carcina (dal Bresciaoggi di Sabato 29.11.1986)

 

 

 


La Pianta della Necropoli

 

 



Alcune immagini degli scavi

 

 

 

 

 

 

 

 


Si ringrazia il Sig. Dario Raineri per la gentile concessione di parte del materiale qui pubblicato

 

 

 

 

 

 

Notizie dal Comune