L'Assegno di inclusione

Pubblicato il 23 febbraio 2024 • Sociale

Dal 1 gennaio 2024 una nuova misura di sostegno economico viene riconosciuta alle famiglie in possesso dei requisiti richiesti, per una maggiore inclusione sociale e professionale: l’Assegno di Inclusione.

L’assegno è inserito nel “Decreto lavoro 2023” (D.L.4 maggio 2023, n 48, convertito in Legge il 3 luglio 2023 n 85) e ha apportato le modifiche atte a soddisfare i bisogni e migliorare l’inclusività dei nuclei famigliari in condizioni di disagio.

ADI è infatti rivolto, a seguito della verifica dell’ISEE, ai  nuclei nei quali almeno un componente si trovi in una delle seguenti condizioni:
- disabile
- minorenne
- ultrasessantenne
- in condizioni di disagio ed inserito in un programma di cura e di assistenza da parte dei servizi socio sanitari territoriali, certificato dalla pubblica amministrazione.

Le famiglie che rispondono ai requisiti sopra esposti, devono sottoscrivere il Patto di Attivazione Digitale del nucleo sulla piattaforma SIISL (il cosiddetto PAD nucleo)

Verrà quindi approntato un percorso di inclusione personalizzato, realizzato sulla base delle specifiche esigenze che il Servizio Sociale del comune di residenza avrà riscontrato, a seguito di un incontro che avrà luogo entro 120 giorni dalla sottoscrizione del PAD.

Durata
L’”Assegno di inclusione” può essere percepito per la durata di 18 mesi, quindi potrà essere rinnovato, dopo la sospensione di un mese, per altri 12 mesi e sarà erogato dal mese successivo alla sottoscrizione del PAD. I periodi successivi, sempre della durata di 12 mesi,l’ADI potrà essere erogato dopo la sospensione di un mese.

A chi richiedere l’ADI
L’assegno di inclusione si richiede direttamente all’INPS tramite il portale www.inps.it con accesso tramite SPID, CIE o CNS, oppure rivolgendosi ad un patronato.

Per saperne di più si può consultare la guida predisposta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Clicca qui); oppure è possibile rivolgersi allo sportello attivato da Civitas raggiungibile al n. 338 2020123 (nei giorni di Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 8.30 alle 13.30  e Giovedì dalle 8.30 alle 18,30), oppure tramite email a servizioadulti@civitas.valletrompia.it