Richiesta Certificati: Avvertenze

Ultima modifica 26 aprile 2021
RIFORMA SULLA DECERTIFICAZIONE
In base alla legge 183/2011 sulla “Decertificazione” le Pubbliche Amministrazioni (INPS, ASL, REGIONE, PROVINCIA, COMUNI) non possono più richiedere ai privati cittadini certificati rilasciati da Pubbliche Amministrazioni, tra cui rientrano anche i certificati anagrafici e di stato civile, tanto che per le Pubbliche Amministrazioni che rilasciano il cerificato è necessario indicare “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

Quindi:
  • Agli organi della Pubblica Amministrazione è obbligatorio presentare l’autocertificazione.
    Per i modelli relativi a dichiarazione sostitutiva di certificazione e dichiarazione sostitutiva di atto notorio vedere "autocertificazioni" nella sezione Modulistica (clicca qui )
  • E’ possibile chiedere il rilascio dei certificati solo se destinati a privati.
I certificati richiesti dai privati per i privati sono rilasciati applicando l’imposta di bollo di € 16,00 e i diritti di segreteria pari a € 0.52 e l’esenzione dall’imposta di bollo - con l’entrata in vigore della riforma sulla decertificazione - diventa una possibilità piuttosto rara.

Si possono individuare i seguenti casi in cui opera ancora l’esenzione (tabella B allegata al D.P.R. 642/1972 e altre leggi speciali citate):
  1. Attività sportive (N.B. le federazioni sportive sono da ritenersi enti di diritto privato) – art. 8 bis
  2. Pensioni obbligatorie (anche estere) – art. 9
  3. Onlus e volontariato – art. 27 bis
  4. Separazione e divorzio – art. 19 legge 6/3/1987, n. 74 e sentenza Corte cost. n. 154 del 29/4/1999
  5. Tutela minori e interdetti – art. 13
  6. Adozione e affidamento – art. 13
  7. Controversie di lavoro – art. 12
  8. Variazioni toponomastiche – art. 16 legge 357/1993
  9. Agricoltura: mutui, locazioni – art. 21
  10. Elettorale: candidatura ed esercizio tutela e diritti – art. 1
  11. Giustizia penale – art. 3
  12. Crediti professionali difensori d’ufficio – art. 32 d.lgs. 271/89
A questi certificati si applica il diritto di segreteria di € 0.26.

E’ possibile fare una richiesta on line utilizzando questo modulo 1 e per il ritiro si accederà ad uno sportello dedicato.
In alternativa, è possibile inviare la richiesta via posta allegando i diritti di segreteria, la marca da bollo se dovuta e la busta affrancata per il nostro invio.

Costo del rilascio:
se esente dall’imposta da bollo € 0.26 per i diritti di segreteria
se non esente dall’imposta di bollo € 16,52 (di cui € 0.52 per i diritti di segreteria e € 16,00 per l’imposta da bollo)

Solo i certificati e gli estratti di stato civile sono sempre esenti dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria.
I certificati e gli estratti di stato civile possono essere richiesti compilando questo modulo 2 e verranno spediti all’indirizzo indicato.