S. Lorenzo

Ultima modifica 3 maggio 2021

Fonte: Carla Fausti «Santuari e Cappelle votive: Itinerari di arte e religiosità popolare», ed. Comunità Montana di Valle Trompia 2000

 

SANTUARIO_COGOZZO

 

L'edificio tardo quattrocentesco (forse ampliato nel secolo XVII) sorge su una cappella medievale annessa a un ospizio della diaconia di S. Lorenzo, dipendente dalla pieve di Concesio. Al culto del santo diacono era infatti associato quello di S. Giacomo, l'apostolo patrono dei pellegrini. Particolarmente venerato è l'affresco votivo quattrocentesco della Madonna col Bambino, ora inglobato nel polittico seicentesco come pala d'altare, in una magnifica soasa lignea. Altre importanti tele sono collocate in splendide cornici di gusto popolare negli altari laterali, S. Barnaba e S. Gottardo di Antonio Cifrondi e la Madonna col Bambino e i Santi Firmo e Lorenzo di Francesco Paglia, citata nel suo trattato il Giardino della Pittura; pregevole è anche l'organo del 1773, opera del celebre organaro veneto Gaetano Callido.